Chiuso

SIAMO APERTI TUTTI I GIORNI: 12:00 – 15:00  + 19:00 – 23:00

Passatelli 1962

La vera romagna tra cibo e convivialità

Nel cuore del centro storico di Ravenna, l’Osteria Passatelli 1962 preserva e tramanda l’identità e il calore della vera osteria romagnola, dove il piacere di assaporare i piatti di terra e di mare della tradizione si unisce al gusto di condividerli con chi ami in un ambiente informale e tranquillo.

L’ATMOSFERA CHE SI RESPIRA IN OSTERIA RESTITUISCE, AD OGNI ANGOLO, PROFUMI E SAPORI FEDELI ALLA TRADIZIONE E UN FORTE LEGAME CON UN PASSATO RICCO DI STORIA.

Osteria Passatelli è uno di quei luoghi che riprendono la vocazione conviviale e sincera dell’osteria di una volta, quella in cui la tavola era soprattutto il luogo prediletto in cui ritrovarsi, e la trasformano in un’arte. Qui, la cucina ed il vino sono espressioni della cultura di un territorio e mezzi privilegiati per conoscerne, raccontarne ed apprezzarne ogni sfaccettatura. Ecco perché, per chi ama la Romagna e i suoi sapori, sedersi ai nostri tavoli significa davvero sentirsi a casa. 

una storia lunga 150 anni

Osteria Passatelli 1962 si trova al piano terra di un luogo che rappresenta ancora oggi una vera e propria icona culturale cittadina: il secondo piano dell’edificio ospita, infatti, la sede del “Cinema-Teatro Mariani”, la sala cinematografica di Ravenna che vanta oltre 150 anni di storia.

1864
LE LUCI SI ACCENDONO SULLA PLATEA

L’allora Teatro Patuelli, che deve il nome al suo fondatore Gaetano Patuelli, alza per la prima volta il sipario con uno spettacolo in cartellone firmato dalla “Compagnia drammatica Carlo Zamarini”. Inizia così una storia di successi, che da oltre 150 anni corre in parallelo alle vicende della città di Ravenna.

1877
DAL “PATUELLI” AL “MARIANI”

A seguito del crollo del soffitto e dei necessari lavori di restauro, il Teatro Patuelli riapre le porte alla cittadinanza il 18 novembre 1877 e viene intitolato all’illustre direttore d’orchestra ravennate Angelo Mariani.

1883
EUGENIO LAVAGNA È IL NUOVO PROPRIETARIO

Il nuovo Teatro Mariani viene acquistato da Eugenio Lavagna, figura chiave nella storia di Ravenna che intraprende una importante opera di ammodernamento della struttura del teatro e del palcoscenico.

1895
LA MAGIA DEL CINEMA PRENDE VITA

Dopo opere, operette, commedie e spettacoli di arte varia, il Teatro Mariani presenta alla città il primo spettacolo cinematografico. È passato nemmeno un anno dalla prima proiezione ufficiale dei fratelli Lumiére, avvenuta al Grand Café des Capucines di Parigi il 28 dicembre 1895: è il 22 agosto 1896, una data veramente storica nella storia del cinema e della città di Ravenna.

1949
UN NUOVO VOLTO PER IL CINE-TEATRO

Il Cine-Teatro Mariani viene completamente rinnovato nella struttura e negli arredi e inaugurato il 6 aprile con la proiezione di “Bellezze al bagno”, il film di George Sidney.

1955
DA CINEMA A “SALOTTO" POLITICO

Il Mariani, inteso come “salotto buono” della città, diventa il palcoscenico anche di importanti avvenimenti socio-politici. Alla fine di aprile del 1955 Enrico Mattei, proprio in questa sede, presenta alla comunità ravennate un nuovo progetto economico.

DAGLI ANNI ’70 AI GIORNI NOSTRI

Dal secondo dopoguerra ad oggi il Cine-Teatro Mariani ha continuato a distinguersi per una programmazione di alto spessore, tra rassegne d’essai, pellicole d’autore e interessanti documentari. Oggi è considerato da tutti un punto di riferimento culturale nel territorio di Ravenna e dintorni

IL CINEMA MARIANI FA PARTE DEL CIRCUITO CINEMAINCENTRO

IL CINEMA MARIANI FA PARTE DEL CIRCUITO CINEMAINCENTRO

×

 

Osteria Passatelli

Clicca sull'operatore per contattarci.

×