Caricamento Eventi

CAPODANNO con ALESSANDRO SCALA e LUCA DI LUZIO

martedì, 31 Dicembre 2019 dalle 21:00

  • Questo evento è passato.

MARTEDì 31 DICEMBRE

ALESSANDRO SCALA e LUCA DI LUZIO DUO:


Per festeggiare l’arrivo del nuovo anno, all’Osteria Passatelli vi aspetta il Duo formato da Alessandro Scala e Luca di Luzio.

Il duo composto dal chitarrista Luca di Luzio, che si esibisce con la chitarra a sette corde e dal sassofonista ravennate Alessandro Scala interpreta alcuni dei brani più noti del repertorio dell’american songbook, in omaggio ai grandi autori tra cui Gershwing, Berlin, uniti ad alcuni classici della tradizione musicale italiana, arrangiati in chiave jazz.

Alessandro Scala – sax, Luca di Luzio – chitarra sette corde

Cena con menù fisso (€ 75,00 bevande escluse):

  • Cannolo salato con caprino mantecato all’aneto e zucca caramellata
  • Vellutata di ceci e gamberoni in salsa Kataifi
  • Tortelloni alla ricotta di capra e fichi caramellati al profumo di agrumi e mandorle tostate
  • Filetto di vitello cotto a bassa temperatura con cavolo viola e patate tornite
  • Mosaico di dolcezze
  • Bollicine all’anno Nuovo, Uva.

 

Menù bimbi (€ 30,00 bevande escluse):

  • Cappelletto al ragù
  • Hamburger con patatine
  • Mosaico di dolcezze

 

Menù vegetariano (€ 75,00 bevande escluse):

  • Cannolo salato con caprino mantecato all’aneto e zucca caramellata
  • Fagottino di ricotta e asparagi su crema di piselli
  • Tortelloni al ripieno di zucca con tartufo
  • Cestino di pasta sfoglia con fonduta e porcini
  • Mosaico di dolcezze
  • Bollicine all’anno Nuovo, Uva.

 

Dettagli

Data:
martedì, 31 Dicembre 2019
Ora:
21:00

Sei interessato a questo live?

Per informazioni e prenotazioni chiama lo 0544 215206 o invia una e-mail a info@mariani-ravenna.it

Siamo romagnoli perché...  guai a chi ci tocca la esse!

Siamo romagnoli perché...  da noi non ci si fidanza: “Us fa l’Amor”

Siamo romagnoli perché...  ancora a sessant’anni chiamiamo gli amici “Chi Burdel”

Siamo romagnoli perché... la piada sardoni e cipolla fresca, va innaffiata col rosso.

Siamo romagnoli perché... “Me a t’amaz!” lo diciamo solo a chi vogliamo bene.

Siamo romagnoli perché... nel nostro parlare “Dio Bo” è come l’ossigeno che respiriamo

Siamo romagnoli perché... l’unico imbarazzo che abbiamo è quello di stomaco

Siamo romagnoli perché... ovunque siamo, ci basta cantare Romagna mia, per sentirci a casa

Siamo romagnoli perché... “A Dì, ciò...” riassume tutti gli affanni e i triboli esistenziali...